Per concessione  di  Commissione Divulgazione UAI - Unione Astrofili Italiani

                       http://divulgazione.uai.it/

 

 

SOLE


 

Si trova nella costellazione dell'Ariete fino al 14, quando passa nella costellazione del Toro.

  • 1 maggio: il sole sorge alle 6.09; tramonta alle 20.10
  • 15 maggio: il sole sorge alle 5.51; tramonta alle 20.26
  • 31 maggio: il sole sorge alle 5.40; tramonta alle 20.40

La durata del giorno aumenta di 59 minuti dall'inizio del mese. 
(Gli orari indicati sono validi per una località alla latitudine media italiana). 
Gli orari sono espressi in Ora Legale Estiva, pari ad un'ora in più rispetto all'Ora Solare o TMEC (Tempo Medio dell'Europa Centrale) 


Situazione delle macchie solari nel visibile dal sito dell'Osservatorio Solare Soho 
 

 

LUNA


Le Fasi:

Fasi Lunari maggio 2015

DataFaseOrario

04/05/2015

Luna Piena

05h 42m

11/05/2015

Ultimo Quarto

12h 36m

18/05/2015

Luna Nuova

06h 13m

25/05/2015

Primo Quarto

19h 19m


  • Gli orari e le date sono riferiti al tempo segnato dai nostri orologi per uso civile: T.M.E.C. (Tempo Medio Europa Centrale).


 Diagramma delle librazioni lunari per il mese di Maggio 2015

Una breve spiegazione del fenomeno delle librazioni e perchè sono interessanti per chi osserva la Luna


 Quando la Luna è piena e al perigeo si verifica un evento comunemente noto come Super-Luna. Ecco le date delle prossime Super-Lune.


 Controlla la fase attuale della Luna


 Passi sulla Luna: Clavius 


Archivio di Passi sulla Luna: osservazioni, storia e materiali lunari


a cura della Sezione di Ricerca Luna UAI



 

OSSERVIAMO IL FALCETTO DI LUNA CRESCENTE

  
La falce lunare vicina alla Luna nuova 
Che cos'è il crepuscolo? (da Wikipedia)
L'Eclittica al tramonto: attenzione al calendario! 
Falcetto Luna crescente
18 maggio ore 20:28
Falcetto Luna crescente
19 maggio ore 21:01
Fine del crepuscolo civile
Falcetto Luna crescente
20 maggio ore 21:43
Fine del crepuscolo nautico
Mappa VisibilitĂ  18 maggio
Mappa VisibilitĂ  19 maggio
Mappa VisibilitĂ  20 maggio


Il falcetto di Luna fa la sua prima apparizione il 18 maggio - al tramonto del Sole, la Luna ha un'età di 14.2 ore e una fase dello 0.6%, una osservazione al limite. La sera successiva, il 19 maggio, l'età della Luna al tramonto del Sole è di 38.3 ore e la fase del 3.4%, molto più alla portata.


Da Astronomia UAI un interessante articolo sul "crescente" di Luna o "Hilal" (Astronomia UAI 4-2012 "L'Hilal e la Luna a barchetta" di G. De Donà)

A seconda della stagione, anche un'età relativamente avanzata (in ore)del falcetto di Luna, non lo rende automaticamente un soggetto facile : vedi la pagina sull'eclittica al tramonto.

Mappe del cielo realizzate con Stellarium

Le mappe di visibilità sono state concesse dal loro autore, il dr. R.H. (Rob) van Gent dell'Istituto di matematica dell'Università di Utrecht che ringraziamo per la collaborazione. Il dr. van Gent mantiene un sito sulle previsioni di visibilità del crescente di Luna.


 

 

PIANETI


1 maggio 2015 LA NOTTE DEI PIANETI: Mercurio e Venere, Giove, Luna e infine... Saturno

 

Mercurio: nei primi giorni del mese arriva al culmine il periodo di migliore osservabilità serale di Mercurio per il 2015. Il maggior ritardo del tramonto di Mercurio si verifica la sera del 6 maggio quando il pianeta tramonta un’ora e 56 minuti dopo il Sole. La sera successiva, il giorno 7, viene raggiunta la massima elongazione serale, con una distanza angolare di 21° 11’ dal Sole. Durante la seconda parte del mese la situazione si capovolge completamente nell’arco di pochi giorni: l’altezza di Mercurio sull’orizzonte occidentale si riduce molto velocemente, fino a diventare inosservabile. Il 30 maggio si verifica la congiunzione con il Sole, dopo la quale, a giugno, Mercurio riapparirà prima al mattino presto prima del sorgere del Sole.

 

Venere: il cielo sull’orizzonte occidentale è particolarmente interessante. Come per Mercurio, nel corso dei primi giorni del mese giunge al culmine il periodo di migliore osservabilità di Venere per l’anno in corso. L’8 maggio Venere tramonta ben 3 ore e 41 minuti dopo il Sole. C’è quindi molto tempo a disposizione per ammirare l’astro più luminoso della sera. Venere inizia il mese nella costellazione del Toro; l’8 maggio entra nei Gemelli, costellazione che attraversa quasi per intero.

Marte: il pianeta rosso è ormai molto vicino al Sole ed è praticamente impossibile osservarlo. La sera tramonta poco dopo il Sole quando il cielo è ancora chiaro per la luce del crepuscolo. Il 3 maggio il pianeta lascia la costellazione dell’Ariete e fa il suo ingresso nel Toro.

 

Giove: l’intervallo di tempo a disposizione per osservarlo si riduce progressivamente. Rimane comunque il secondo astro più luminoso dopo Venere (esclusa naturalmente la Luna) del cielo di questa primavera. Entrambi i pianeti si trovano sull’orizzonte occidentale e sarà interessante seguire giorno per giorno il loro graduale avvicinamento che porterà alla suggestiva congiunzione prevista per la prossima estate. Giove si trova ancora nella costellazione del Cancro, sempre più vicino al limite con il Leone.

 

Saturno: mese interessante per l’osservazione del pianeta degli anelli. Saturno si muove ancora con moto retrogrado e, dopo alcuni mesi passati nella costellazione dello Scorpione, il giorno 12 ritorna nella Biancia. Pochi giorni dopo, il 23 maggio, si verifica l’opposizione al Sole. Il pianeta si trova sulla volta celeste dalla parte opposta al Sole, rimanendo così osservabile per tutta la notte: come di consueto per i pianeti all’opposizione, lo individuiamo a Est al calare dell’oscurità, a Sud nelle ore centrali della notte e infine verso occidente prima dell’alba..

 

Urano: dopo la congiunzione con il Sole del mese precedente, l’osservazione di Urano è ancora difficile. Il pianeta è infatti ancora basso in cielo sull’orizzonte orientale al mattino preso, poco prima del sorgere del Sole. Urano è al limite della visibilità occhio nudo e per poterlo osservare è necessario l’uso di un telescopio. Il pianeta rimane ancora nella costellazione dai Pesci, dove rimane per tutto l’anno in corso.

 

Nettuno: l’intervallo di tempo a disposizione per osservarlo sta crescendo, ma per questo mese è ancora limitato all’ultima parte della notte. Lo si può quindi cercare al mattino presto, ancora basso sull’orizzonte orientale. A fine maggio si trova a Sud-Est all’apparire delle prime luci dell’alba. Per poter osservare Nettuno è comunque necessario l’uso del telescopio, data la luminosità al di sotto dei limiti accessibili all’osservazione ad occhio nudo. Nettuno si trova ancora nella costellazione dell’Acquario, dove è destinato a rimanere per un periodo estremamente lungo, fino all’anno 2022.

 

Plutone

La IAU (International Astronomical Union), ha istituito (giugno 2008) la classe dei Plutoidi. Abbiamo comunque ritenuto opportuno mantenere nella nostra rubrica Plutone, capostipite di questa nuova categoria di membri del sistema solare.

Anche Plutone anticipa sempre più la comparsa sulla volta celeste, fino a sorgere prima di mezzanotte verso la fine del mese. E’ quindi osservabile per la seconda parte della notte, inizialmente basso sull’orizzonte a Sud-Est, poi più alto nel cielo meridionale già prima del sorgere del Sole. Data la luminosità molto bassa di Plutone, per individuarlo è sempre indispensabile l’ausilio di un telescopio. Plutone è destinato a rimanere nella costellazione del Sagittario ancora per molti anni, fino al 2023.


 

CONGIUNZIONI



Un approfondimento sulla congiunzione tra Mercurio e l'ammasso delle Pleiadi

di Giuseppe Petricca ( Astronomia pratica ).

 

Luna - Saturno: la sera del 5 maggio il luminoso disco della Luna attraversa la parte superiore della costellazione dello Scorpione, vicino a Saturno. Più in basso si riconosce la brillante stella Antares. (vedi mappa)

Luna – Mercurio: il periodo di migliore osservabilità del pianeta volge al termine e la sera del 19 maggio si trova già molto basso sull’orizzonte occidentale, dove tramonta vicino alla falce di luna sottilissima, ad appena un giorno dalla Luna Nuova, nella costellazione del Toro. (vedi mappa)

Luna - Venere: nelle prime ore della notte del 21 maggio si osserva ad occidente la falce di Luna crescente nella costellazione dei Gemelli. Al centro della costellazione brilla il pianeta Venere: più in alto si notano le due stelle Castore e Polluce. (vedi mappa)

Luna - Giove - Presepe (M44): il 23 maggio la Luna attraversa la costellazione del Cancro, non lontano dall’ammasso stellare del Presepe (M 44) , avvicinandosi al pianeta Giove. (vedi mappa)

Luna - Giove: la notte del 24 maggio la Luna, completato l’attraversamento della costellazione del Cancro, appena superato Giove, inizia ad attraversare la costellazione del Leone. (vedi mappa)

 

 

OSSERVIAMO LE STELLE DOPPIE AL TELESCOPIO

Questo mese l'Apprendista Astrofilo vi suggerisce di osservare Zeta Ursae Majoris.

Dalla scheda di osservazione il link per saperne di più sulle stelle doppie: una presentazione generale dell'argomento, la storia della loro osservazione e un repertorio bibliografico.

 

 

OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE

Approfondimenti, consigli per le osservazioni sulla pagina Come osservare la Stazione Spaziale Internazionale che contiene la tabella con le previsioni dei transiti della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per i 10 giorni successivi, calcolate per ogni capoluogo di provincia.

  • ISS Tracker - Dove si trova la ISS in questo momento? Quale porzione della superficie terrestre stanno riprendendo le telecamere installate sulla ISS?

 

 

OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE CINESE TIANGONG 1

La pagina Come osservare la Stazione Spaziale Tiangong 1 contiene la tabella con le previsioni dei transiti della Stazione Spaziale cinese Tiangong-1 ("Palazzo Celeste"), calcolate per ogni capoluogo di provincia. 

 

OSSERVARE GLI IRIDIUM FLARES

Vi è mai capitato di osservare nel cielo notturno l'improvvisa apparizione di un punto molto luminoso, seguirlo per alcuni secondi nel suo veloce movimento tra le stelle per poi vederlo repentinamente scomparire? Probabilmente avete osservato un Iridium Flare!

Scoprite di cosa si tratta e consultate le tabelle con le previsioni dei prossimi passaggi degli Iridium alla pagina: Come osservare gli Iridium Flares.

 

 

COSTELLAZIONI

 


Alte nel cielo, in direzione sud, le costellazioni del Leone e della Vergine, tra le più estese dello zodiaco, dominano la volta celeste del mese di maggio. 
Secondo la mitologia greca, la temibile fiera fu soffocata da Ercole, poiché risultava invulnerabile alle frecce ed alla clava, mentre la Vergine era considerata la dea della giustizia che si riteneva vivesse in mezzo agli uomini, ma per i misfatti di questi preferì lasciare la Terra per prendere posto nel firmamento. 
Non sono molte le stelle brillanti in questa zona di cielo: tra le più facili da individuare segnaliamo Regolo, nel Leone, e Spica, l'unica stella di notevole luminosità della Vergine. 
Sotto di essa possiamo riconoscere le costellazioni, di dimensioni decisamente minori, del Corvo e del Cratere. Le stelle più brillanti le troviamo più a Nord-Est; Arturo, nel Bootes, la costellazione del "pastore guardiano" delle due orse, e la stella Vega, della Lira, che dominerà i cieli estivi. Continua il periodo di visibilità ottimale per l'Orsa Maggiore, che si trova praticamente allo zenit. 
Unico punto fisso della volta celeste - almeno in prima approssimazione - la Stella Polare nell'Orsa Minore ci indica la direzione del Nord. 
Queste due costellazioni sono strettamente legate anche nella leggenda greca che narra della trasformazione in orse della ninfa Callisto e del figlio Arcade ad opera di Giunone, gelosa delle attenzioni di Zeus verso la bella Callisto. 
Per proteggerle dai cacciatori, Zeus decise quindi di porle in cielo, ma facendole ruotare intorno al polo celeste per non perderle mai di vista. 
Tra le due Orse, sinuosa come un serpente, troviamo la lunga costellazione del Dragone. 
Al centro del triangolo formato da Orsa Maggiore, Leone e Bootes, possiamo riconoscere le piccole costellazioni dei Cani da Caccia e della Chioma di Berenice. 
Il mito di quest'ultima è legato ad un personaggio storico realmente esistito. 
Berenice era infatti la moglie di Tolomeo III Euergete, re d'Egitto (III secolo a.C.), della dinastia dei Tolomei, la cui più nota esponente, nonché ultima discendente, fu la famosissima Cleopatra. 
Nelle prime ore della sera, basse sull'orizzonte occidentale, c'è ancora il tempo di ammirare alcune delle costellazioni che sono state protagoniste dei cieli invernali, in particolare l'Auriga, i Gemelli e, un po' più in alto, la debole costellazione del Cancro. 
In tarda serata vedremo invece sorgere in successione a Sud-Est la Bilancia, lo Scorpione, l'Ofiuco e il Sagittario. 
Sopra l'Ofiuco possiamo riconoscere la Corona Boreale e la costellazione di Ercole. 
La panoramica della volta celeste si conclude a settentrione, sotto l'Orsa Minore, con Cassiopea e Cefeo. 
A Nord-Est cominciano ad affacciarsi a notte inoltrata la già citata Lira, il Cigno e l'Aquila, che si accingono a diventare le protagoniste del cielo estivo.



 
Quante sono le costellazioni zodiacali? 
12, 13 o ... molte di più ? Scoprilo cliccando qui. 


La pagina UAI su Televideo RAI: per ulteriori approfondimenti su stelle e costellazioni visibili in questo periodo, consultate la pagina 575 di Televideo RAI. 
link diretto alla pagina 575. 

 

CARTE DEL CIELO

Elenco delle Costellazioni: denominazione in latino e italiano

Elenco delle stelle che hanno un nome

Le 100 stelle piĂą brillanti del cielo - da Almanacco UAI

 

Mappe del cielo del mese    
Orizzonte Nord
15 maggio ore 22:00
Orizzonte Est
15 maggio ore 22:00
Orizzonte Sud
15 maggio ore 22:00
Orizzonte Ovest
15 maggio ore 22:00
Zenit
15 maggio ore 22:00
 
Congiunzioni    
Congiunzione Luna Saturno
05 maggio ore 23:00
Congiunzione Luna Mercurio
19 maggio alle ore 21:15
Congiunzione Luna Venere
21 maggio alle 22:00
Congiunzione Luna Giove Presepe (M44)
23 maggio ore 22:00
Congiunzione Luna Giove
24 maggio ore 23:00
 

 

Mappe del cielo realizzate con i programmi Skymap Pro e Stellarium

 

METEORE

a cura di Enrico Stomeo - Sezione Meteore UAI

METEORE DI MAGGIO 2015


In maggio la maggior parte dell’attività meteorica si concentra nella prima parte del mese e nella seconda parte della notte. 

Le eta Aquaridi, legate ad antichi residui della cometa Halley, costituiscono la corrente più conosciuta, ma alle nostre latitudini la loro osservabilità è ed è sempre stata alquanto difficoltosa e deludente, poiché il radiante permane per pochissimo tempo sopra l’orizzonte e soprattutto a basse altezze, così che la frequenza delle meteore si rivela molto contenuta. Questo sciame mostra in realtà un gran numero di meteore alle latitudini australi, dove il radiante arriva quasi allo zenit, con tassi orari al pari delle Perseidi. 
Nel nostro paese le regioni meridionali beneficiano di un maggior tempo di osservazione, ovvero da quando il radiante sorge fino all’iniziare del crepuscolo mattutino. Al contrario le regioni via via sempre più a nord godono di un minor tempo di visibilità e di peggiori circostanze. 
Il radiante, posto nella zona più alta dell’Aquario, sarà attivo per quasi un mese, con un aumento evidente della frequenza dal 3 al 10 maggio e un picco maggiore intorno al 6 maggio. Purtroppo l’osservazione quest’anno verrà fortemente disturbata dal chiarore della Luna, da poco passata al plenilunio. 

Brillante eta AQR video ripresa alle 03:04 UT del 7 maggio 2013 sui cieli del mar Ligure, al largo di Sanremo. -- © S.Crivello (GE)

 



Un ulteriore contributo alla attività meteorica di maggio è dato dai radianti minori della fascia eclitticale in Libra, Ofiuco e Scorpione, prodotti da correnti meteoriche estremamente diffuse per effetto delle perturbazioni planetarie. Si tratta di meteoroidi originati da corpi di varia origine, come probabilmente la cometa Lexell e gli asteroidi di tipo Apollo, Adonis e 1983 LC. 
Per poter ben osservare queste saltuarie meteore occorrerà attendere il passare della mezzanotte, quando i radianti saranno a sufficienza sopra l’orizzonte. Il loro numero resterà comunque in genere abbastanza esiguo e le frequenze saranno costellate di lievi aumenti più o meno accentuati. 

Favorevoli all’osservazione quest’anno saranno, circa a metà maggio, le diffuse e lente Ofiuchidi (max 12/13 e 15 maggio), che molti chiamano Sagittaridi di maggio. Da tenere sotto controllo saranno pure le eta Liridi (max 9/10 maggio), generate dalla cometa 1983 H1 IRAS-Araki-Alcock, che in questi ultimi anni si sono mostrate abbastanza attive e potrebbero prima o poi produrre un exploit di meteore. 

In http://meteore.uai.it/sciami/2015/mag2015.htm maggiori dettagli sulle meteore di maggio. 

In http://meteore.uai.it informazioni su bolidi e meteore osservati e per segnalare avvistamenti. 

In http://meteore.uai.it/tecniche_osservative.htm informazioni per collaborare e osservare con la sezione di ricerca UAI. 


 

 

 

COMETE

a cura di Claudio PrĂ 

COMETE DI MAGGIO 2014


IN ATTESA DI NOVITA’

Il punto:

Nell’attesa di giugno e della C/2014 Q1 PANSTARRS, che le previsioni indicano come una delle comete più luminose del 2015, in maggio dovremo ancora una volta “accontentarci” di seguire la C/2014 Q2 Lovejoy, sempre più lontana ma ancora sufficientemente luminosa per mostrarsi in strumenti modesti. A fine aprile la Lovejoy è stata stimata appena oltre la settima magnitudine e quindi tutt’altro che da tralasciare. Per il resto il mese passato ci ha portato una manciata di deboli oggetti scoperti dalla sonda solare SOHO, avvistati e spariti come meteore.

C/2014 Q2 Lovejoy

Circumpolare anche in maggio e sempre più alta, quindi comodamente osservabile non appena fa buio. Nella sua corsa sembra un arrampicatore che sta scalando il cielo. Raggiungerà la vetta, sfiorando la Polare, il giorno 29, quando la sua declinazione ammonterà a +89°! La minima distanza dalla famosa stella che indica il nord (1°,03’), sarà però raggiunta la sera prima. La sua luminosità dovrebbe attestarsi sulla decima magnitudine a fine mese ma questa è una cometa dura a morire e quindi potrebbe risultare un po’ più luminosa. Il 19 e 20 passerà invece a poco più di mezzo grado dall’ammasso aperto NGC 188, bello e poco conosciuto e osservato.

88/P Howell

Periodica di corto periodo che passa dalle nostre parti ogni circa cinque anni e mezzo è transitata al perielio a inizio aprile. E’ posizionata molto bassa in cielo e data la sua scarsa luminosità risulterà osservabile, appena prima dell’alba, solo dalle estreme regioni meridionali, magari aspettando la seconda parte del mese quando avrà guadagnato qualche grado di altezza. Dal resto della penisola scorgerla sarà un’ impresa, praticamente disperata nel settentrione. La sua luminosità dovrebbe aggirarsi attorno alla decima grandezza. Si muoverà tra Aquario, Pesci e Balena.

La cartina posiziona la Lovejoy alle 23.00 ora estiva. Le stelle piĂą deboli sono di nona magnitudine.

La cartina riporta la posizione della Howell alle 3.30 ora estiva. Le stelle piĂą deboli sono di 10,5 magnitudini.

 

Cometa C/2014 Q2 Lovejoy
Cometa 88/P Howell
Cometa C/2014 Q2 Lovejoy
Cometa 88/P Howell

Le mappe fornite sono indicative e per l'intero mese. Poiché le comete si spostano (anche notevolmente) da una sera all'altra, si consiglia, a chiunque si appresti all'osservazione degli astri chiomati, di munirsi di mappe dettagliate con stelle di riferimento per giorno ed ora di osservazione scaricabili dai comuni programmi di simulazione del cielo o contattare la sezione comete UAI.


Effemeridi aggiornate delle comete presentate sono disponibili sul sito del Minor Planet Center:

http://www.cfa.harvard.edu/iau/Ephemerides/Comets/index.html

Ulteriori informazioni disponibili sul sito della Sezione Comete UAI: http://comete.uai.it mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese!


 

 

ASTEROIDI

a cura di Carlo Muccini


ASTEROIDI PER MAGGIO 2015 

Asteroidi in opposizione nel mese di Maggio 2015
03 Maggio 2015 , 22:09[18] Melpomenemag. 10.3
09 Maggio 2015 , 14:25[349] Dembowskamag. 10.2
19 Maggio 2015 , 07:36[532] Herculinamag. 9.1
25 Maggio 2015 , 04:50[405] Thiamag. 10.4
27 Maggio 2015 , 04:04[914] Palisanamag. 10.9



EFFEMERIDI PER IL GIORNO 15 Maggio 2015 ore 22:00 (tutti gli orari sono per l'ora LEGALE)
VisibilitĂ  degli asteroidi calcolata per il 15 del mese di Maggio 2014
asteroideA.R.Dec.MagDistanzaInizioMiglioreFineCostellazione
(20) Massalia13h31m09.0s-09°19'35"10.11.6 AU21:2423:0801:25Vir
(11) Parthenope13h57m26.7s-04°02'19"10.11.5 AU21:2423:3502:24Vir


Domenica 24 Maggio alle 11:55 la Luna sorgerà con una tripla congiunzione. Infatti a sarà a soli 2° dall'asteroide [3] Juno e a 6° dal pianeta gigante Giove. 
L'evento si svolgerà a circa 76° gradi dal Sole e l'evento dovrebbe essere visibile anche con un binocolo 7x50. 
La grande distanza dal Sole renderà estremamente sicura questa osservazione. 

Molto interessante il percorso di Massalia all'interno della costellazione della Vergine in campi stellari ricchissimi di galassie. Il 18 Maggio l'asteroide passerà a circa 2°15' dalla stella Spica. 



Altri asteroidi interessanti da osservare questo mese : 

EFFEMERIDI PER IL GIORNO 15 Maggio 2015 ore 22:00 (tutti gli orari sono per l'ora LEGALE)
VisibilitĂ  degli asteroidi calcolata per il 15 del mese di Maggio 2015
asteroideA.R.Dec.MagDistanzaInizioMiglioreFineCostellazione
(532) Herculina16h00m28.9s+01°41'21"9.11.5 AU22:1701:3704:47Ser
(2) Pallas17h53m37.1s+23°22'46"9.42.4 AU22:5103:2904:51Her
(349) Dembowska15h09m24.5s-21°56'01"10.22.1 AU22:3000:4603:04Lib
(3) Juno09h03m20.5s+13°38'21"10.32.6 AU21:2521:5222:48Cnc
(129) Antigone18h29m08.1s-07°02'31"10.41.4 AU01:3303:5804:50Sct
(18) Melpomene14h41m45.8s+00°11'27"10.41.8 AU21:2900:1803:30Vir
(7) Iris10h34m12.7s+02°01'29"10.52.3 AU21:2421:5523:33Sex
(44) Nysa11h50m57.3s+06°12'05"10.61.6 AU21:2422:0501:08Vir
(405) Thia16h28m18.0s-27°13'22"10.71.0 AU00:1902:0503:51Sco
(51) Nemausa17h36m25.5s-07°12'01"10.81.4 AU00:4103:1204:47Oph
(6) Hebe06h25m15.0s+18°06'21"10.83.0 AU21:2721:3921:57Gem
(354) Eleonora11h09m20.1s+22°09'59"10.92.1 AU21:2622:0201:09Leo


Luna,(3) Juno, Giove, Maggio 2015
(20) Massalia, Maggio 2015

 

(11) Parthenope, Maggio 2015
riepilogo Maggio 2015

 

 

Ulteriori notizie utili, dati e curiosità su (3) Juno, (20) Massalia, (11) Parthenope.

 

CALENDARIO DELLE PROSSIME OPPOSIZIONI DI RILIEVO 2015 - Asteroidi luminosi con mag.<11 (*)
09 Giugno 2015 , 22:11[51] Nemausamag. 10.4
13 Giugno 2015 , 02:32[2] Pallasmag. 9.4
15 Giugno 2015 , 09:19[92] Undinamag. 10.8
17 Giugno 2015 , 03:24[32] Pomonamag. 10.7
17 Giugno 2015 , 06:54[1166] Sakuntalamag. 11.0
22 Giugno 2015 , 10:01[129] Antigonemag. 9.9
11 Luglio 2015 , 00:21[306] Unitasmag. 10.9
13 Luglio 2015 , 01:00[135] Herthamag. 9.9
29 Luglio 2015 , 08:49[1] Ceresmag. 7.5
4 Agosto 2015 , 16:27[68] Letomag. 9.9
5 Agosto 2015 , 04:02[100] Hekatemag. 10.8
18 Agosto 2015 , 18:02[21] Lutetiamag. 9.3
10 Settembre 2015 , 06:46[9] Metismag. 9.2
11 Settembre 2015 , 16:35[201] Penelopemag. 10.7
16 Settembre 2015 , 08:36[22] Kalliopemag. 10.5
21 Settembre 2015 , 11:47[13] Egeriamag. 10.7
25 Settembre 2015 , 16:11[15] Eunomiamag. 8.0
30 Settembre 2015 , 19:06[74] Galateamag. 10.7
2 Ottobre 2015 , 11:41[4] Vestamag. 6.2
10 Ottobre 2015 , 15:24[356] Liguriamag. 10.9
19 Ottobre 2015 , 16:03[471] Papagenamag. 9.5
22 Ottobre 2015 , 01:20[29] Amphitritemag. 8.8
30 Ottobre 2015 , 02:42[106] Dionemag. 10.8
30 Ottobre 2015 , 20:25[14] Irenemag. 10.4
8 Novembre 2015 , 23:30[39] Laetitiamag. 9.5
11 Novembre 2015 , 11:46[386] Siegenamag. 10.9
16 Novembre 2015 , 04:22[43] Ariadnemag. 10.9
16 Novembre 2015 , 11:07[192] Nausikaamag. 9.0
23 Novembre 2015 , 07:55[49] Palesmag. 10.8
8 Dicembre 2015 , 23:17[16] Psychemag. 9.4
10 Dicembre 2015 , 16:20[230] Athamantismag. 10.0
11 Dicembre 2015 , 21:03[747] Winchestermag. 10.3
25 Dicembre 2015 , 11:50[27] Euterpemag. 8.4

(*) Orari in tempo locale, considerata anche l'eventuale ora legale

 

Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese!

 

Gli autori del Cielo del Mese

I nominativi dei collaboratori sono indicati nella pagina "chi siamo"

 



CIELO DEL MESE - Versione stampabile