Per concessione  di  Commissione Divulgazione UAI - Unione Astrofili Italiani

                       http://divulgazione.uai.it/

 

 

SOLE



Il giorno 23 passa dalla costellazione della Bilancia a quella dello Scorpione; vi rimane però solo 7 giorni. Il 30 infatti fa il suo ingresso nell'Ofiuco, la "13a costellazione zodiacale".

  • 1 novembre: il sole sorge alle 6.44; tramonta alle 17.06
  • 15 novembre: il sole sorge alle 7.01; tramonta alle 16.51
  • 30 novembre: il sole sorge alle 7.19; tramonta alle 16.42

Nel corso del mese le giornate si accorciano di circa 59 minuti per una località alla latitudine media italiana.


(Gli orari indicati sono validi per una località alla latitudine media italiana). 


Situazione delle macchie solari nel visibile dal sito dell'Osservatorio Solare Soho 
 

 

LUNA


Le Fasi:

Fasi Lunari novembre 2014

DataFaseOrario

06/11/2014

Luna Piena

23h 23m

14/11/2014

Ultimo Quarto

16h 16m

22/11/2014

Luna Nuova

13h 32m

29/11/2014

Primo Quarto

11h 06m

 

  • Gli orari e le date sono riferiti al tempo segnato dai nostri orologi per uso civile: T.M.E.C. (Tempo Medio Europa Centrale).


 Diagramma di librazione per il mese di Novembre 2014

Una breve spiegazione del fenomeno delle librazioni e perchè sono interessanti per chi osserva la Luna

 Controlla la fase attuale della Luna

 Passi sulla Luna: Maginus 

Archivio di Passi sulla Luna: osservazioni, storia e materiali lunari


a cura della Sezione di Ricerca Luna UAI

 

 

OSSERVIAMO IL FALCETTO DI LUNA CRESCENTE

  
La falce lunare vicina alla Luna nuova 
Che cos'è il crepuscolo? (da Wikipedia)
L'Eclittica al tramonto: attenzione al calendario! 
Falcetto Luna crescente
23 novembre ore 16:45
Falcetto Luna crescente
24 novembre ore 17:15
Fine del crepuscolo civile
Falcetto Luna crescente
25 novembre ore 17:49
Fine del crepuscolo nautico


Nel mese di novembre la Luna, il giorno 23, al tramonto del Sole, ha un'età di 27.2 ore, con una fase dello 1.7%.

Da Astronomia UAI un interessante articolo sul "crescente" di Luna o "Hilal" (Astronomia UAI 4-2012 "L'Hilal e la Luna a barchetta" di G. De Donà)

A seconda della stagione, anche un'età relativamente avanzata (in ore)del falcetto di Luna, non lo rende automaticamente un soggetto facile : vedi la pagina sull'eclittica al tramonto.

Mappe del cielo realizzate con Stellarium 

 

LE MAREE

L'attrazione gravitazionale combinata del Sole e della Luna sulle masse d'acqua che si trovano sul nostro pianeta genera un'onda la cui propagazione, vista dai siti che si trovano sulle coste, si traduce in un ciclico alzarsi e abbassarsi del livello del mare. Anticamente ritenuto una sorta di "respiro del mare", come se l'acqua venisse periodicamente inghiottita ed espulsa da grandi cavità sottomarine, questa variazione di livello può essere calcolata con i metodi della meccanica celeste: ci sono tuttavia contributi non facilmente prevedibili, come quelli legati ai venti e alle condizioni meteorologiche.

Dalla tabella che segue è possibile accedere ai grafici che esprimono le variazioni del livello del mare dovuta alla marea astronomica. I grafici sono relativi ai principali porti italiani (17 località).

 

ITALIA SETTENTRIONALE
ImperiaGenovaLa SpeziaRavennaVeneziaTrieste

 

ITALIA CENTRALE
LivornoPiombinoCivitavecchiaAncona

 

ITALIA MERIDIONALE E ISOLE
NapoliCagliariPalermoPorto EmpedocleMessinaTarantoBrindisi

 

Alla pagina Osserviamo le maree sono disponibili altri approfondimenti su questo affascinante campo di indagine e di studio.

 

OSSERVABILITÀ DEI PIANETI

Mercurio: il mese di novembre inizia con il pianeta alla massima elongazione mattutina, con distanza angolare di 18¬į 40‚Äô dal Sole. Nei primi giorni del mese Mercurio sorge oltre un‚Äôora e mezza prima del Sole. E‚Äô il periodo di migliore visibilit√† al mattino per l‚Äôanno in corso. Ci sono quindi buone possibilit√† di riuscire ad individuarlo sull‚Äôorizzonte orientale tra le prime luci dell‚Äôalba. Nella seconda met√† del mese il pianeta si abbassa sensibilmente sull‚Äôorizzonte fino a diventare praticamente inosservabile. .

 

Venere: a pochi giorni dalla congiunzione con il Sole, per gran parte del mese sarà molto difficile riuscire ad osservare Venere. Il luminoso pianeta è comunque destinato a ricomparire nei cieli della sera poco dopo il tramonto. A fine mese tramonta circa mezz’ora dopo il Sole e potrebbe essere possibile scorgerlo sull’orizzonte occidentale nel cielo ancora illuminato deal crepuscolo serale. Venere attraversa la costellazione della Bilancia fino al giorno 18, quando entra per un breve periodo nello Scorpione; il 23 fa il suo ingresso nell’Ofiuco.

Marte: le condizioni di osservabilità del pianeta rosso si mantengono quasi inalterate rispetto al mese precedente. Il pianeta è ancora basso sull’orizzonte occidentale, tuttavia mantiene una distanza angolare dal Sole tale da consentire di individuarlo al calare dell’oscurità prima del suo tramonto. Nel corso del mese Marte attraversa quasi per intero la costellazione del Sagittario.

 

Giove: nel corso del mese Giove, anticipando sempre pi√Ļ il proprio sorgere, finalmente comparir√† ad oriente ben prima della mezzanotte e arriver√† a culminare a Sud prima dell‚Äôalba. Il pianeta gigante sar√† quindi l‚Äôastro dominante della seconda parte della notte. Giove si sposta lentamente, con moto retrogrado, nella costellazione del Leone, tra la stella Regolo e il limite con il Cancro.

 

Saturno: il 18 novembre si trova in congiunzione con il Sole, pertanto per alcune settimane rimane del tutto inosservabile. Sarà necessario attendere il mese di dicembre per vederlo ricomparire al mattino molto basso sull’orizzonte orientale. Saturno si trova ancora nella costellazione della Bilancia.

 

Urano: dopo l’opposizione del mese scorso, le condizioni di osservabilità del pianeta sono ancora molto favorevoli. Nel corso delle prime ore della notte lo si può individuare mentre culmina alla massima altezza in direzione Sud. Successivamente lo si può osservare mentre si abbassa gradualmente verso Sud-Ovest. La luminosità di Urano è al limite della visibilità occhio nudo e per poterlo individuare è necessario l’uso di un telescopio. Il pianeta rimane ancora nella costellazione dai Pesci

 

Nettuno: il pianeta è osservabile solo nel corso della prima parte della notte e l’intervallo di tempo a disposizione per individuarlo si riducono progressivamente. Nella prime ore della sera lo si può osservare a Sud-Ovest, ma avvicinandosi alla mezzanotte si trova ormai troppo basso sull’orizzonte per poterlo puntare con il telescopio, strumento indispensabile per poter osservare il pianeta, la cui luminosità è inferiore ai limiti accessibili all’osservazione ad occhio nudo. Nettuno si trova ancora nella costellazione dell’Acquario, dove è destinato a rimanere ancora a lungo, fino all’anno 2022.

 

Plutone

La IAU (International Astronomical Union), ha istituito (giugno 2008) la classe dei Plutoidi. Abbiamo comunque ritenuto opportuno mantenere nella nostra rubrica Plutone, capostipite di questa nuova categoria di membri del sistema solare.

L’osservazione di Plutone è ormai decisamente difficoltosa. Già nelle prime ore della sera Plutone si trova basso sull’orizzonte occidentale, nella costellazione del Sagittario. Data la luminosità molto bassa del pianeta, è estremamente difficile tentare di individuarlo quando si trova prossimo al suo tramonto. In ogni caso, è sempre indispensabile l’ausilio di un telescopio di adeguata potenza per tentarne l’osservazione. Plutone è destinato a rimanere nella costellazione del Sagittario ancora per molti anni, fino al 2023.

 

 

CONGIUNZIONI

 

Luna - Pleiadi¬†: il 7 novembre il luminoso disco lunare ‚Äď √® la notte successiva alla Luna Piena - attraversa parte della costellazione del Toro, tra le Pleiadi e alla stella principale della costellazione, la rossa Aldebaran.¬†(vedi mappa)

Luna - Giove¬†¬†: nel corso della notte tra il 13 e il 14 novembre la Luna, prossima all‚ÄôUltimo Quarto, sorge nella costellazione del Cancro seguita a breve distanza da Giove, nella costellazione del Leone. La notte successiva anche la Luna sar√† osservabile nel Leone, dove nel frattempo avr√† ‚Äúsorpassato‚ÄĚ il pianeta.¬†(vedi mappa)

Luna ‚Äď Mercurio¬†¬†: difficilissima osservazione mattutina. Tra le luci dell‚Äôalba del 21 novembre una sottilissima falce di Luna calante, ad appena un giorno dalla Luna Nuova, sorge poco prima di Mercurio, nella costellazione della Bilancia.¬†(vedi mappa)

Luna - Venere : come nel caso precedente, l’osservazione è praticamente impossibile. La Luna è una sottilissima falce, il giorno successivo alla Luna Nuova. I due astri sono confusi tra le luci del crepuscolo serale e molto bassi sull’orizzonte occidentale. Possiamo comunque registrare la ricomparsa di Venere alla sera dopo il tramonto del Sole, nella costellazione dell’Ofiuco. (vedi mappa)

Luna - Marte : la sera del giorno 26 osserviamo il cielo verso Ovest, dove la falce di Luna crescente accompagna verso il tramonto il pianeta Marte nella costellazione del Sagittario. (vedi mappa)

 

OSSERVIAMO LE STELLE DOPPIE AL TELESCOPIO

Questo mese l'Apprendista Astrofilo vi suggerisce di osservare Eta Cassiopeiae.

Dalla scheda di osservazione il link¬†per saperne di pi√Ļ sulle stelle doppie: una presentazione generale dell'argomento, la storia della loro osservazione e un repertorio bibliografico.¬†

 

OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE

Approfondimenti, consigli per le osservazioni sulla pagina Come osservare la Stazione Spaziale Internazionale che contiene la tabella con le previsioni dei transiti della Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per i 10 giorni successivi, calcolate per ogni capoluogo di provincia. 

 

OSSERVARE LA STAZIONE SPAZIALE CINESE TIANGONG 1

La pagina Come osservare la Stazione Spaziale Tiangong 1 contiene la tabella con le previsioni dei transiti della Stazione Spaziale cinese Tiangong-1 ("Palazzo Celeste"), calcolate per ogni capoluogo di provincia. 

 

OSSERVARE GLI IRIDIUM FLARES

Vi è mai capitato di osservare nel cielo notturno l'improvvisa apparizione di un punto molto luminoso, seguirlo per alcuni secondi nel suo veloce movimento tra le stelle per poi vederlo repentinamente scomparire? Probabilmente avete osservato un Iridium Flare!

Scoprite di cosa si tratta e consultate le tabelle con le previsioni dei prossimi passaggi degli Iridium alla pagina: Come osservare gli Iridium Flares. 

 

COSTELLAZIONI

 

La notte si allunga, il Sole anticipa sempre pi√Ļ il suo tramonto, e questo ci regala qualche ora in pi√Ļ di osservazione della volta stellata.¬†
√ą cos√¨ che allo spengersi delle ultime luci del crepuscolo avremo ancora l'opportunit√† di ammirare brevemente, sull'orizzonte occidentale, alcuni degli astri caratteristici del cielo estivo.¬†
Li rammentiamo ancora una volta: possiamo riconoscere il "Triangolo Estivo", ai cui vertici troviamo le stelle¬†Altair¬†dell'Aquila,¬†Vega¬†della¬†Lira¬†e¬†Deneb¬†del¬†Cigno¬†(si consiglia di consultare le rubriche dei mesi precedenti per le descrizioni pi√Ļ dettagliate delle tre costellazioni).¬†
Subito dopo il tramonto sarà possibile scorgere anche Ercole, in basso sull'orizzonte a Nord Ovest. Lungo la fascia zodiacale nelle prime ore della sera possiamo riconoscere il Capricorno e l'Acquario, privi di stelle particolarmente brillanti. 
Proseguendo verso Sud, troviamo i Pesci e la minuscola costellazione dell'Ariete. 
Chi osserva da luoghi con l'orizzonte meridionale privo di ostacoli - in pianura o sul mare - pu√≤ cimentarsi nel riconoscimento delle costellazioni che si estendono al di sotto dell'eclittica: la¬†Balena¬†e pi√Ļ a Ovest, sotto l'Acquario, il¬†Pesce Australe, dove si pu√≤ facilmente riconoscere una stella brillante,¬†Fomalhaut.¬†
Verso Est vedremo sorgere le costellazioni zodiacali che domineranno il cielo nell'imminente inverno: vedremo così prima il Toro e successivamente i Gemelli. 
In tarda serata nel cielo orientale si inizieranno a vedere altre costellazioni, prossime protagoniste dei cieli invernali: il Cancro, a sinistra dei Gemelli, e nella seconda parte della notte, il Leone. 
Inconfondibili, a Sud-Est nelle prime ore della notte, le costellazioni di Orione e del Cane Maggiore, con la luminosissima Sirio. 
Sopra i¬†Gemelli¬†e il¬†Toro¬†√® facilmente identificabile un'altra costellazione che vedremo ben alta in cielo per i prossimi mesi: si tratta dell'Auriga, dalla caratteristica forma a pentagono, in cui uno dei vertici √® rappresentato da una delle stelle pi√Ļ luminose della volta celeste,¬†Capella.¬†
In prossimit√† dello zenit, sulla nostra verticale, godono ancora di visibilit√† ottimale le costellazioni gi√† descritte nel "cielo di ottobre": il grande quadrilatero di¬†Pegaso, seguito, verso Nord Est, da¬†Andromeda¬†e daPerseo¬†e, pi√Ļ vicine al Polo Nord Celeste, la "W" di¬†Cassiopea¬†e il meno appariscente¬†Cefeo.¬†
Vale la pena soffermarsi anche sulla piccola costellazione del Triangolo, tra Andromeda e l'Ariete: in essa si trova la Galassia a spirale M33, ben nota a tutti gli astrofili: è la terza componente per importanza del "Gruppo Locale", la concentrazione di galassie di cui fanno parte la nostra Via Lattea e la notissima Galassia di Andromeda. 
A Settentrione troviamo come sempre l'Orsa Maggiore e l'Orsa Minore, con la Stella Polare immobile ad indicarci il Nord; tra le due Orse possiamo riconoscere il Dragone. 

 
Quante sono le costellazioni zodiacali? 
12, 13 o ... molte di pi√Ļ¬†? Scoprilo¬†cliccando qui.¬†

La pagina UAI su Televideo RAI: per ulteriori approfondimenti su stelle e costellazioni visibili in questo periodo, consultate la pagina 575 di Televideo RAI.


La nuova rubrica di informazione astronomica a cura di Paolo Colona è alla pagina 747 di Televideo RAI. 

 

CARTE DEL CIELO

Elenco delle Costellazioni: denominazione in latino e italiano

Elenco delle stelle che hanno un nome

Le 100 stelle pi√Ļ brillanti del cielo - da Almanacco UAI

 

Mappe del cielo del mese    
Orizzonte Nord
15 novembre ore 22:00
Orizzonte Est
15 novembre ore 22:00
Orizzonte Sud
15 novembre ore 22:00
Orizzonte Ovest
15 novembre ore 22:00
Zenit
15 novembre ore 22:00
 
Congiunzioni    
Congiunzione Luna Pleiadi
07 novembre ore 23:12
Congiunzione Luna Giove
14 novembre alle ore 00:00
Congiunzione Luna Mercurio
21 novembre alle 06:30
Congiunzione Luna Venere
23 novembre ore 16:45
Congiunzione Luna Marte
26 novembre ore 18:00

 

Mappe del cielo realizzate con i programmi Skymap Pro e Stellarium 

 

METEORE

a cura di Enrico Stomeo - Sezione Meteore UAI

METEORE DI NOVEMBRE 2014


In novembre le piogge di meteore pi√Ļ conosciute sono quelle delle Tauridi e delle Leonidi. Le prime sono note per la loro lunga durata, che si protrae da met√† settembre a dicembre, le seconde perch√© legate a spettacolari apparizioni con considerevoli tempeste di stelle cadenti.

In questo mese le Tauridi sembrano irradiarsi da un’area a pochi gradi sud ovest delle Pleiadi. Si tratta di una corrente meteorica molto complessa, originata probabilmente da residui della disintegrazione della cometa Encke, mescolati a frammenti asteroidali. L’area radiante appare molto diffusa, ma con una certa evidenza sono riscontrabili due componenti, rispettivamente a nord e a sud dell’eclittica, distanti tra loro circa 12 gradi in declinazione. 

Durante la prima quindicina del mese, in genere si assiste a un aumento del loro numero, dovuto al sommarsi dei momenti di loro maggiore attività, rispettivamente intorno al 2/3 novembre (Tauridi sud) e al 12/13 novembre (Tauridi nord). Quest’anno l’osservazione della componente meridionale risulterà disturbata dal chiarore della Luna nella prima parte della notte, quella settentrionale sarà disturbata invece nella seconda parte.

Le¬†Leonidi¬†sono senza dubbio la corrente pi√Ļ famosa, ma le loro apparizioni non sempre sono all‚Äôaltezza della loro fama. Ci sono periodi in cui sono equiparabili per attivit√† a uno sciame minore e altri in cui mostrano degli exploit memorabili. Comunque ogni anno verso il 16-17-18 novembre la Terra incontra regioni di spazio che contengono qua e l√† particelle rilasciate nel susseguirsi dei passaggi al perielio dalla cometa Tempel-Tuttle, ma solamente nei tratti di orbita vicini alla cometa ci sono le nubi pi√Ļ consistenti di corpuscoli, che possono essere poi la causa degli exploit pi√Ļ spettacolari. Dato che la Tempel-Tuttle √® transitata al perielio alla fine del 1998 e che la rivedremo dopo 33 anni, quest‚Äôanno non possiamo che aspettarci un‚Äôapparizione senza sorprese, abbastanza blanda. L‚Äôosservazione quest‚Äôanno sar√† tutto sommato favorevole, dato che la Luna sorger√† verso mattina. Il radiante vicino alla stella gamma Leonidi sar√† praticamente osservabile sopra l‚Äôorizzonte all‚Äôincirca dalla mezzanotte in poi.¬†

Brillante Leonide ripresa alle 03:15 UT del 17 novembre 2008 --- © P.Ochner (Albiano,TN)

 

 

Nella seconda parte del mese potremo controllare in modo favorevole anche l’attività delle alfa Monocerontidi (max 21/22 novembre), che nel 1995 hanno mostrato uno spettacolare outburst[1] ricco di meteore per circa 30 minuti, outburst che forse si ripeterà nel 2017. 

[1] http://meteore.uai.it/stomeo95/alphaMON.pdf 

In http://meteore.uai.it/nov2014.htm maggiori dettagli sulle meteore di novembre. 

In http://meteore.uai.it informazioni su bolidi e meteore osservati e per segnalare avvistamenti. 

In http://meteore.uai.it/tecniche_osservative.htm informazioni per collaborare e osservare con la sezione di ricerca UAI. 

 

 

COMETE

a cura di Claudio Prà

COMETE DI NOVEMBRE 2014

POCO O NULLA

Il punto:

In ambito cometario novembre risulter√† un mese avarissimo. Nessun ‚Äúastro chiomato‚ÄĚ anche solo decentemente luminoso solcher√† i nostri cieli, solo tante ‚Äúcometine‚ÄĚ che costringeranno i visualisti a sfide difficili da vincere e gli astrofotografi ad accontentarsi di immortalare batuffoli.

C/2014 Q3 Borisov

Dovendo scegliere qualcosa da proporre, propendo per la Q3 Borisov, che passer√† al perielio il 19 novembre a una distanza di oltre 1,6 U.A. dal Sole. Il motivo della scelta risiede nell‚Äô ottima posizione in cielo della cometa, che risulter√† circumpolare per tutto il mese, ma soprattutto per l‚Äôinteressante attivit√† mostrata verso la fine di ottobre, che l‚Äôha portata a raggiungere la dodicesima magnitudine, almeno un paio di grandezze in pi√Ļ del previsto.

Sempre basandoci sulle previsioni, in novembre non dovrebbe crescere granch√©, ma visto l‚Äôattuale andamento sopra le righe potremmo magari ritrovarcela non lontana dalla decima magnitudine. Si muover√† nei pressi del polo nord celeste, in spostamento dalla Giraffa al Dragone, transitando anche perl‚ÄôOrsa Minore. Nei giorni 22 e 23 sfiorer√† la galassia di decima magnitudine NGC 6503, mentre il 26 passer√† a meno di un grado e mezzo dall‚Äô ‚ÄĚOcchio di gatto‚ÄĚ la famosa planetaria NGC 6543 di mag. 8,8.

La cartina della Borisov riporta la posizione della cometa alle 19.00 ora solare. Le stelle pi√Ļ deboli sono di nona magnitudine.

 

Cometa C/2014 Q3 - Borisov
Cometa C/2014 Q3 - Borisov

 

Le mappe fornite sono indicative e per l'intero mese. Poiché le comete si spostano (anche notevolmente) da una sera all'altra, si consiglia, a chiunque si appresti all'osservazione degli astri chiomati, di munirsi di mappe dettagliate con stelle di riferimento per giorno ed ora di osservazione scaricabili dai comuni programmi di simulazione del cielo o contattare la sezione comete UAI.


Effemeridi aggiornate delle comete presentate sono disponibili sul sito del Minor Planet Center:

http://www.cfa.harvard.edu/iau/Ephemerides/Comets/index.html

Ulteriori informazioni disponibili sul sito della Sezione Comete UAI: http://comete.uai.it mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese!

 

 

 

ASTEROIDI

a cura di Carlo Muccini

ASTEROIDI PER NOVEMBRE 2014 

Asteroidi in opposizione nel mese di Novembre 2014
2 Novembre 2014 , 05:43[245] Veramag. 10.9
5 Novembre 2014 , 19:10[52] Europamag. 10.5
19 Novembre 2014 , 08:24[6] Hebemag. 8.1

 

EFFEMERIDI PER IL GIORNO 15 Novembre 2014 ore 22:00 (tutti gli orari sono per l'ora SOLARE)
asteroideA.R.Dec.MagDistanzaInizioMiglioreFineCostellazione
(6) Hebe03h51m23.0s-08¬į49'54"8.11.1 AU18:5000:2205:53Eri
(23) Thalia04h53m21.6s+22¬į02'39"9.91.3 AU17:5501:2308:52Tau

 

Tra l'11 e il 21 del mese, sarà possibile vedere al telescopio, contemporaneamente, l'asteroide Thalia e l'ammasso aperto NGC 1647 di mag. 6.4 nella costellazione del Toro. 
L'asteroide si dirige verso le Pleiadi, ma verso la fine di Gennaio torner√† indietro avvicinandosi fino a circa 3¬į40'. A destra dell'asteroide la meravigliosa visione delle Iadi, un ammasso aperto di mag. 0,5; √® il pi√Ļ vicino al nostro sistema solare, distante circa 153 anni luce.¬†



Altri asteroidi interessanti da osservare questo mese : 

EFFEMERIDI PER IL GIORNO 15 Novembre 2014 ore 22:00 (tutti gli orari sono per l'ora solare)

 

Visibilità degli asteroidi calcolata per il 15 del mese di Novembre 2014
asteroideA.R.Dec.MagDistanzaInizioMiglioreFineCostellazione
(3) Juno08h46m55.2s+02¬į45'40"9.11.7 AU23:0305:1611:30Hya
(8) Flora09h57m45.3s+13¬į22'10"10.61.9 AU23:3406:2713:23Leo
(52) Europa02h45m44.6s+04¬į23'15"10.62.0 AU16:5723:1605:35Cet
(12) Victoria22h51m54.1s+01¬į34'47"10.71.5 AU13:1419:2301:32Aqr
(37) Fides00h32m24.6s+05¬į14'31"10.71.5 AU14:4121:0303:25Psc
(16) Psyche21h15m31.6s-16¬į22'47"11.02.5 AU12:4417:4722:50Cap

 


(6) Hebe, Novembre 2014
(23) Thalia, Novembre 2014
riepilogo Novembre 2014

 

 

Ulteriori notizie utili, dati e curiosità su (6) Hebe, (23) Thalia.

 

CALENDARIO DELLE PROSSIME OPPOSIZIONI DI RILIEVO 2014/2015 - Asteroidi luminosi con mag.<11 (*)
1 Dicembre 2014 , 12:09[23] Thaliamag. 9.2
9 Dicembre 2014 , 01:24[196] Philomelamag. 10.8
31 Dicembre 2014 , 08:24[10] Hygieamag. 10.0
7 Gennaio 2015 , 17:17[346] Hermentariamag. 10.7
16 Gennaio 2015 , 05:00[69] Hesperiamag. 10.3
28 Gennaio 2015 , 11:04[3] Junomag. 8.1
6 Febbraio 2015 , 12:29[71] Niobemag. 10.6
7 Febbraio 2015 , 00:10[89] Juliamag. 10.4
18 Febbraio 2015 , 17:31[8] Floramag. 9.1
4 Marzo 2015 , 12:51[7] Irismag. 8.9
10 Marzo 2015 , 03:29[17] Thetismag. 10.8
10 Marzo 2015 , 20:48[354] Eleonoramag. 9.7
23 Marzo 2015 , 23:07[44] Nysamag. 9.4
25 Marzo 2015 , 21:36[511] Davidamag. 10.9
18 Aprile 2015 , 14:28[20] Massaliamag. 9.4
19 Aprile 2015 , 06:23[64] Angelinamag. 10.9
20 Aprile 2015 , 08:44[19] Fortunamag. 10.8
23 Aprile 2015 , 09:21[11] Parthenonemag. 9.7
03 Maggio 2015 , 22:09[18] Melpomenemag. 10.3
09 Maggio 2015 , 14:25[349] Dembowskamag. 10.2
19 Maggio 2015 , 07:36[532] Herculinamag. 9.1
25 Maggio 2015 , 04:50[405] Thiamag. 10.4
27 Maggio 2015 , 04:04[914] Palisanamag. 10.9
09 Giugno 2015 , 22:11[51] Nemausamag. 10.4
13 Giugno 2015 , 02:32[2] Pallasmag. 9.4
15 Giugno 2015 , 09:19[92] Undinamag. 10.8
17 Giugno 2015 , 03:24[32] Pomonamag. 10.7
17 Giugno 2015 , 06:54[1166] Sakuntalamag. 11.0
22 Giugno 2015 , 10:01[129] Antigonemag. 9.9

(*) Orari in tempo locale, considerata anche l'eventuale ora legale


Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese! Diventa anche tu Apprendista Astrofilo con l’aiuto del Cielo del Mese!

 

Gli autori del Cielo del Mese

I nominativi dei collaboratori sono indicati nella pagina "chi siamo"

 

  • ¬†